Downton Abbey, la serie tv, diventa film ed è già uno dei più attesi del 2019. Rassicurazione preliminare per i fan: i Crawley non cambieranno faccia. Nel senso che, passando dal piccolo al grande schermo, gli attori protagonisti resteranno gli stessi. Del resto Downton Abbey (la serie) è nata da un’idea di Julian Fellowes. Il quale – Brit che più Brit non si può – prima di lanciare la serie televisiva ambientata ai primi del Novecento (tutto parte con l’affondamento del Titanic, aprile 1912) aveva vinto l’Oscar con la sceneggiatura di Gosford Park di Robert Altman. In pratica la stessa storia, tra ricchi proprietari e domestici Brit in una villa di campagna, con tutte le disparità di classe e geografiche tra nobili decaduti locali, i loro servitori e gli ospiti americani ricchi e volgari. Del film si parlava da anni ma lo stesso Fellowes appariva tiepido:”L’avventura di Downton è stata bellissima per tutti ma ora la storia è finita”. Adesso finalmente produttori  e autori si sono messi d’accordo: le riperse cominceranno a fine estate. Conferme sul cast non sono ancora trapelate: ma il fatto che dovrebbero esserci gli stessi attori significa che rivedremo in formato big screen Elizabeth McGovern alias l’americana Cora, Michelle Dockery alias Lady Mary e chissà, magari anche Lily James alias Lady Rose MacClare. Ci sarà Julian Fellowes. Il regista sarà Brian Percival, che diresse l’episodio pilota. Era il 2009: da allora Downton Abbey è andata avanti per sei stagioni, 52 episodi dal 2010 al 2015, diventando la serie non americana che ha vinto più Emmy, gli Oscar tv, in assoluto (69 nomination e 15 vittorie). Adesso, dopo tre anni di astinenza forzata, i fan possono dirsi finalmente soddisfatti.

 

Scrivi