Cassandra Wilson © Jimmy Katz

La Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia rinnova la collaborazione con le rassegne musicali di caratura internazionale della regione, quali Umbria Jazz, L’Umbria che spacca e Trasimeno Music Festival e apre le proprie sale alle note di grandi musicisti. Fino al 1° settembre 2019, la Galleria Nazionale dell’Umbria ospita la mostra di Jimmy Katz, pluripremiato fotografo della scena jazz. L’esposizione, dal titolo Closed Session by Jimmy Katz, curata da Marco Pierini, raccoglie 100 immagini firmate dal grande fotografo americano. Katz in oltre due decenni di attività ha immortalato sullo sfondo di New York i principali attori della scena jazz quali Cassandra Wilson, Herbie Hancock, Sonny Rollins, Keith Jarrett, Ornette Coleman, Chick Corea, Brad Mehldau, Pat Metheny e molti altri. In studio, nei club, nelle strade, al lavoro o a riposo, i musicisti sono ritratti nel loro aspetto più intimo, imitando di fatto il processo di improvvisazione del jazz stesso. “Lo stile che Jimmy Katz ha sviluppato negli anni è diventato un tratto distintivo nell’iconografia della fotografia jazz, paragonabile alla tonalità della tromba di Louis Armstrong o al suono del sax di John Coltrane”, afferma Michael Cuscuna, celebre produttore discografico e studioso di jazz. In apertura Joe Lovano © Jimmy Katz.

Brad Mehldau © Jimmy Katz

 

Dal 13 al 21 luglio 2019, Jazz goes to the Museum, il progetto elaborato in collaborazione con Umbria Jazz, raddoppia gli appuntamenti con due concerti al giorno – uno a mezzogiorno e uno alle ore 15.00.
Alla Sala Podiani della Galleria Nazionale dell’Umbria suoneranno il duo formato da Gianluca Trovesi e Gianni Coscia; la formazione Gabriele Mirabassi, Roberto Taufic, Cristina Renzetti; il Fred Hersch Trio; la coppia Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello; Dino Rubino Trio; Kenny Barron; Joachim Kühn; Benny Green; la coppia Raffaele Casarano e Éric Legnini; Enrico Zanisi; Giovanni Guidi; Daniele di Bonaventura con Giovanni Ceccarelli e special guest Jaques Morelenbaum; Mauro Ottolini e John Patitucci con special guests Danilo Rea e Roberto Gatto.

 

Dave Holland © Jimmy Katz

Martedì 16 e giovedì 18 luglio 2019, alle ore 17.00, nella sala didattica della Galleria, si terranno degli incontri dedicati alla presentazione di libri dedicati alla musica. Martedì 16 luglio è in programma un pomeriggio consacrato a Fabrizio De André, a vent’anni dalla sua scomparsa. S’inizia con il libro Fabrizio De André. Sguardi randagi (Mondadori Electa, 2018), che contiene oltre trecento immagini scattate da Guido Harari al celebre cantautore tra il 1979 e il 1988. A seguire, Amico Faber. Fabrizio De André raccontato da amici e colleghi (Hoepli), a cura di Enzo Gentile. “Comprendere le parole è importante ma lo spirito e l’atmosfera che scorrono nei suoi lavori, quel magnetismo dolce e malinconico nonché la passione che sgorga dalle sue canzoni sono soprattutto frutto della voce di Fabrizio”, citando le parole dalla prefazione di Wim Wenders. Giovedì 18 luglio, si torna alle atmosfere Jazz, con la presentazione di un libro per immagini Art Kane. Harlem 1958, pubblicato per i tipi della Archivial Fiene Arta in occasione del 60° anniversario del famoso scatto A great day in Harlem, che immortala un gruppo di 54 grandi musicisti e che può considerarsi l’icona stessa della musica jazz. Il volume è arricchito da numerose immagini inedite, dalle prefazioni di Quincy Jones e Benny Golson e da un’introduzione di Jonathan Kane, musicista e figlio del celebre fotografo.

Jazz Club © Jimmy Katz

Scrivi