Pochi giorni di attesa e si alzerà il sipario su una nuova edizione di BGeek, la fiera del fumetto e dell’intrattenimento che da quasi dieci anni costituisce uno degli appuntamenti privilegiati per gli appassionati pugliesi e non. Proseguendo un percorso già iniziato da tempo e che aveva dato i primi e più visibili frutti nell’edizione 2018, il programma dei due giorni di attività (l’1 e il 2 Giugno) propone un excursus tra fumetto, cinema, serie tv e animazione nello spazio della Fiera del Levante di Bari, forte delle 20.000 presenze registrate l’anno scorso. Cambia nel frattempo il vertice: la direzione artistica è infatti passata a Leonardo Rizzi, traduttore, sceneggiatore e “appassionato di narrazione in tutte le sue forme”, per favorire l’annunciata transizione verso un autentico “Festival dell’immaginazione”, che prosegua la voglia di raccogliere pubblico dai fronti più disparati, da quello strettamente artistico, a quello dei collezionisti, fino agli immancabili cosplayer o seguaci dello spettacolo puro. Di sicuro si mantiene il doppio passo fra l’attualità della proposta italiana e la pulsione cosmopolita che spinge a rivolgersi anche alle glorie dell’estero: dopo Masami Suda, stavolta il Giappone è presente con Junichi Hayama, animatore e character design che pure con il suo precedessore condivide il lavoro e la celebrità raccolte sulla serie di Ken il guerriero. Dell’autore giapponese sarà presentato l’artbook Junichi Hayama Brush Work, edito da Nippon Shock. L’incontro con Hayama è però solo la punta dell’iceberg di un percorso tutto nipponico, comprensivo di concorso fotografico indetto da Momiji, Centro di Lingua e Cultura giapponese, e di un excursus sul monte Fuji, simbolo dell’Arcipelago, tenuto dallo studioso Fabio Pirlo. Le terre anglofone, dal canto loro, sono rappresentate da Dave McKean, celebre illustratore e copertinista dalla tecnica orientata alla mescolanza di stili, dal disegno, alla pittura, alla scultura, fino agli effetti digitali: a lui è infatti dedicata la mostra Dave McKean: Oltre il portale dell’immaginazione – Romanzi grafici, illustrazioni e film, che resterà visitabile per un mese presso il Museo Civico di Bari. Gli si affianca lo sceneggiatore Tony Grisoni, collaboratore per Terry Gilliam fino al più recente L’uomo che uccise Don Chisciotte. L’Italia trova un’ampia rappresentazione nella sezione cinema, con Alessandro Piva, che interverrà nell’inconto con Asif Kapadia, premio Oscar per Amy, e reduce dalla presentazione a Cannes di Diego Maradona. Altrettanto interessante la partecipazione dell’ottimo Alessandro Rak, che racconterà il suo lavoro su L’arte della felicità e Gatta Cenerentola in una apposita Masterclass a esaurimento posti. Nutrito come sempre, infine, il fronte strettamente legato al fumetto, che vede lo sbarco in forze delle personalità pugliesi, dalla scuola Grafite di Gian Marco De Francisco, con l’ospite Luca Maresca, talento emergente della Marvel Comics, alla Disney rappresentata da Giuseppe Sansone, fino alla Bonelli con Alessio Fortunato, disegnatore di Dampyr e Emiliano Mammucari di Orfani. L’ironia di Tuono Pettinato, la consolidata esperienza di Carmine Di Giandomenico, l’arte di Igort e il talento di Holdenaccio sono solo alcune delle ulteriori proposte del panorama nazionale, cui a corollario aggiungiamo i nomi di Dario Moccia e Daniele Daccò, divulgatori e sceneggiatori che svolgono la loro attività attraverso il web, cercando di preservare l’approccio culturale a una materia che non è (più) soltanto divertimento. Eventi come questo servono anche a ricordarlo, mentre la ricchezza dell’offerta cerca di tenere insieme il tutto, permettendo a ogni osservatore di ritagliarsi il proprio percorso tra le varie offerte del programma.

 

Il programma di BGeek 2019

 

Scrivi