Si rinnova per l’ottava edizione l’appuntamento con il BGeek: il lavoro svolto in poco più di un lustro ha infatti confermato la fiera pugliese come l’appuntamento per eccellenza nel panorama dell’intrattenimento tra fumetto, cinema, serie tv e tutto il collegato. Quello, insomma, che appare più di ogni altro proiettato su un panorama sempre meno “regionale” e più “nazionale”, pur con tutti i distinguo e le difficoltà di una tipologia d’evento che deve muoversi in uno scenario affollatissimo, i cui equilibri si stanno ancora definendo. Come da obiettivi dichiarati, la squadra guidata dal direttore Francesco Monterisi ha “studiato la lezione offerta dai nostri concorrenti e reinterpretato in alcuni casi le regole, aprendo all’inclusività e guardando a platee diverse dalle abituali: collezionisti di ogni genere, appassionati di tecnologia come la stampa 3D, seguaci di youtuber”. Per le due giornate del 9 e 10 Giugno in cui si svolgeranno le attività, BGeek cerca perciò di capitalizzare sul successo del 2017 e sposta la sede dal Palaflorio alla Fiera del Levante, raddoppiando gli spazi espositivi. Quindi cala subito l’asso di un ospite internazionale dal Giappone, l’animatore Masami Suda, che ha lavorato alle principali serie anime dei decenni passati, da Ken il guerriero a Candy Candy, fino a Kiss Me Licia, Slam Dunk e Dottor Slump & Arale. A lui si affiancano il brasiliano Rafael Albuquerque, disegnatore di Batman e Batgirl per la DC Comics e i nostri Carmine Di Giandomenico e David Messina. L’Italia naturalmente ha parecchie punte alle sue matite: c’è il collettivo tarantino-barese-leccese della Scuola Grafite che porta ospite il grafico e illustratore Capitan Artiglio, creatore della serie Kids with Guns; c’è Alessio Fortunato della Sergio Bonelli Editore, che ha realizzato la locandina dell’edizione; e poi il gruppo di autori de Lo studio in Rosso guidato dal fumettista e sceneggiatore Roberto Recchioni, stavolta impegnati in una sessione live su Dungeons & Dragons, simbolo di quella voglia di contaminazione ormai indispensabile in simili eventi per catturare un pubblico sempre più a cavallo tra gli stili e i linguaggi. In apertura la Batgirl di Rafael Albuquerque.

 

Ken il guerriero

 

Come annunciato nelle linee guida riportate in precedenza, BGeek punta anche sulla sinergia con realtà altre, allargandosi a una collaborazione con il festival romano Arf!, punto di riferimento per gli addetti ai lavori del fumetto, ospitando lo sceneggiatore disneyano e curatore della nuova collana Feltrinelli Comics, Tito Faraci. A questo si unisce l’evento Geek, scienza e fantascienza, presso il Planetario della Fiera del Levante, dove esperti di scienza e linguaggi dedicati alla sci-fi si confronteranno sul genere in tutti i suoi aspetti e sulle declinazioni pop più famose, da Star Wars in poi. La quota cinema è poi rappresentata da Giuseppe Cristiano, storyboard artist che ha collaborato alla serie The Walking Dead e al film Mad Max: Fury Road, ed è autore del libro Visualizer. Guida completa al mestiere dello storyboard artist, uscito nel 2017. A corollario del ricco programma di ospiti, le attività dedicate ai giochi e al cosplay, insieme alle masterclass dedicate ai fumettisti, workshop per sviluppatori di videogiochi, conferenze specifiche e il primo raduno di autori di giochi da tavolo e di ruolo nel sud Italia.

 

 

 

Scrivi