Fino al 16 luglio, si può visitare all’Archivio di Stato di Torino, Queen Experience | Peter Hince, la mostra che attraverso le fotografie di Hince, storico road manager della band, dal 1975 (anno d’esordio), al 1986, propone uno spaccato inedito e privato sulla band di Freddie Mercury. La mostra, che si compone di 60 immagini del fotografo londinese, alcune delle quali esposte in anteprima internazionale e di oltre un centinaio di cimeli, e documenti originali, non rappresenta soltanto un inedito viaggio fotografico attraverso i momenti più importanti della band, ma una vera e propria esperienza arricchita da memorabilia, dischi, poster, strumenti musicali, abiti ed accessori, documenti, rarità appartenuti ai membri della band (dall’asta del microfono di Mercury, ai costumi per il video di Radio Gaga e molto altro). La rassegna espone numerosi oggetti provenienti dalla raccolta personale di Niccolò Chimenti, uno dei maggiori collezionisti europei dei Queen. Nel percorso espositivo è presente una sala video in cui sono proposti rari spezzoni di live della band.

 

©Peter Hince

 

Il sodalizio tra Hince e i Queen inizia nel 1975, quando la band si stava apprestando a registrare A Night at the Opera. Peter era il responsabile di strumenti e soundcheck che doveva vigilare affinché la performance della band sul palco filasse come previsto; presto si guadagnò la fiducia di Freddie, Brian, John e Roger. Hince inizia a scattare fotografie ai Queen a partire dal 1976, quando ormai la band aveva raggiunto l’apice del successo mondiale, e continua fino al 1986, con una parentesi di ulteriori due anni in cui Peter avrebbe immortalato solo Mercury.
In virtù dello stretto rapporto personale esistente tra Hince e Freddie Mercury la mostra ha un particolare focus sul leader della band.

 

©Peter Hince

Scrivi