MANIFESTO CARTOOMICS 2016Dall’11 al 13 marzo a Fiera Milano Rho  c’è CARTOOMICS Movies-Comics-Games 2016, ventitreesima edizione della storica rassegna milanese dedicata al fumetto, ai giochi e al cinema. Fra i protagonisti ci sono delle vere e proprie icone del panorama cinematografico e fumettistico non solo italiano, da Dylan Dog (che compie 30 anni) a Batman e Superman (attesissimi protagonisti del film Warner Bros. di prossima uscita), da Diabolik (a cui è dedicata una mostra) alla galassia fantascientifica delle serie sci-fi più amate come Star Wars, Star Trek e Doctor Who. E poi la grande partecipazione dei fan del fantasy e  la grande area medievale. Attesissimo anche l’ospite d’onore di questa edizione: Milo Manara che sabato 12 ritirerà il premio Cartoomics Artist Award incontrando il pubblico. Novità assoluta, infine, sarà il Videogame Show, evento dedicato al mondo dei videogames e degli youtubers. Il tutto animato da un calendario con centinaia di appuntamenti che, sotto la direzione artistica di Filippo Mazzarella, porterà a Cartoomics ospiti speciali, mostre, sfilate cosplay, tornei e tante sorprese tutte da scoprire tra gli oltre 300 stand di questa edizione.

 

Milo Manara

Milo Manara

Vera e propria pietra angolare di Cartoomics sono da sempre i fumetti. Anche quest’anno, infatti, saranno presenti in fiera le principali case editrici del settore, con le loro novità: Panini Comics-Disney, Astorina, Sergio Bonelli Editore, Bao Publishing, Edizioni Dentiblù, MagicPress Edizioni, ReNoir Comics-Nona Arte, Edizioni Star Comics, Saldapress,Edizioni BD, Shockdom, Baldini&Castoldi e tante altre. Ospite d’eccezione di questa edizione è il grande Milo Manara, al quale verrà consegnato il Cartoomics Artists Award nel corso di unincontro col pubblico, sabato 12 marzo alle 16.30, presso Agorà 3, al quale prenderà parte anche l’attrice e conduttrice tv Elena Di Cioccio, attrice e conduttrice televisiva. La conduzione dell’incontro è curata da Loris Cantarelli e Filippo Mazzarella. Il 2016 offre anche l’occasione per festeggiare una ricorrenza importantissima per il fumetto italiano: i trent’anni di Dylan Dog, il fascinoso “investigatore dell’incubo” nato dalla penna di Tiziano Sclavi per la Sergio Bonelli Editore nel 1986. Sempre più grandi anche le aree Self Comics e Artists Boulevard, dove oltre 50 autori “indie”presenteranno i propri fumetti autoprodotti e i loro lavori (tavole originali e illustrazioni) spesso disegnando per il pubblico. Grande spazio anche al collezionismo, con una nuova area dedicata dove case d’aste e antiquari del fumetto esporranno e venderanno numeri rari per completare le collezioni più svariate. Fittissimo anche il programma di dimostrazioni e workshop gestiti dalle principali scuole di fumetto e illustrazione italiane, a partire dalla Scuola del Fumetto di Milano, che organizzerà corsi rivolti ad adulti, bambini e scolaresche e che vedrà i propri alunni impegnati in performance dal vivo. I Master Art, Accademia Manga, Comicoute Event Horizon proporranno laboratori di diverse discipline legate all’illustrazione e all’animazione digitali.

 

nisida

 

Un universo di fumetti che non mancherà di presentare anche una prestigiosa mostra dedicata da Astorina all’evoluzione dello storico personaggio creato dalle sorelle Giussani, dai primissimi numeri della “diabolika” saga alla nuova testata DK nata lo scorso anno.  Per la prima volta dopo 53 anni di storia, a novembre 2015 la Casa Editrice Astorina ha pubblicato una nuova testata, “altra” da Dda_diabolik_a_dk_a_cartoomicsziabolik: DK.
Cartoomics ospita la mostra “Da Diabolik A DK”Per raccontare l’evoluzione dello storico personaggio sono state recuperate dagli archivi Astorina oltre duecento tavole originali di epoche diverse, a cominciare da quelle dei primissimi numeri della diabolika saga, alcune mai esposte prima, per arrivare alle più recenti realizzate con l’ausilio del computer. Per non dimenticare i dipinti a olio su legno che hanno caratterizzato le copertine dei primi quattro albi di DK. Un panorama del fumetto che attraversa più di cinquant’anni: dal novembre 1962 – data di pubblicazione del primo numero del Re del Terrore – all’arrivo di DK, “altro” da Diabolik, che oggi affianca validamente il personaggio che l’ha ispirato.

Scrivi