Passa il 14 aprile su HBO The Searcher, il documentario “definitivo” su Elvis firmato da Thom Zimmy, sodale da sempre di Bruce come testimoniano i suoi Bruce Springsteen & the E Street Band: The River Tour, Tempe 1980Bruce Springsteen & the E Street Band: Born in the U.S.A. Live 2014The Ties That Bind (2015), per citare solo gli ultimi titoli, ma ormai è un ventennio che collaborano. Fra i produttori  del documentario ci sono Jon Landau e soprattutto Priscilla Presley che ha aperto i fondamentali archivi di famiglia. Il film ha un andamento molto classico, comprese i passaggi televisivi, le foto, i giornali, le testimonianze di altri rocker. Per il Boss di artisti di questo genere:”percepisci la strepitosa inventiva: non sai bene dove sono diretti, non capisci cosa stanno facendo, ma lo scopri e rimani ammirato quando la musica prende vita.” Invece Per Tom Petty:”Era la luce per tutti noi, noi gli siamo tutti debitori per avere iniziato la battaglia. Non aveva una road map ma ha creato comunque il percorso, cosa fare e cosa no…”. Ottima anche la colonna sonora, curata dallo stesso Thom Zimmy con a fianco degli originali le cover di Tom Petty, Staple Singers, Mike McCready (uno dei Pearl Jam).  Nel 2019 Zimmy affronterà un’altra grande sfida: raccontare la traiettoria artistica e le vicissitudini umane di The Man in Black con Untitled Johnny Cash Documentary.

Scrivi